13 settembre 2006

quel pomeriggio a San Antonio Aguas Calientes

Rispondo a Sandro che in www.fuggire.it mi ricorda un pomeriggio in un villaggio perso tra le montagne sopra Antigua:

la stanza di fronte a me e´ occupata da un prete spagnolo, o no chiedo scusa, basco, che non ha parrocchia e non ascolta la parola del papa, ma quella del signore, non legge le carte della gerarchia cattolica, ma il vangelo, ieri sera abbiamo parlato di tutto un po´ della politica italiana, della Spagna, si zapaterooo si zapaterooo ma dice lui da lontano e´ buono, ma da vicino!! e gia´Italia, Spagna, Francia, Germania, Europa tutto un problema non ci sono ideologie politiche che divergono sono tutte prese da un unico scopo garantite il sistema neoliberista, cacchio per un attimo mi sono sentito a destra, poi ho incalzato spiegando che sia in Italia che in altri paesi europei esistono persone che lottano contro il Pensiero Unico che credono in un mondo migliore, ci sono anche partiti che si discostano ma alla fine ha ragione lui, e´ un prete e con la parola ci sa fare, la politica e´ fatta di compromessi come fai a governare con uno che vuole mantenere i soldati in Iraq? bel problema che ha tirato fuori, sorvoliamo.
La teologia della Liberazione alla fine vincera´dice lui, il Vaticano e´ rimasto al medioevo, e rincara la dose, l´esposizione del cadavere del Papa Giovanni Paolo e´ stato uno spettacolo medievale, non sanno fare i conti con la realta´.
In parte ha ragione, ma a ben guardare questi signori i conti con la realta´ li fanno e bene, guarda come si sanno muovere in banca!!

Il prete comunista di San Antonio Aguas Calientes lo ricordo, ricordo la sua gioia quando dissi che sarei andato a Cuba, il suo abbraccio, il suo VIVA CUBA primo paese libero dell´America latina, e chi non e´ d´accordo lo dica pure!

Ricordo lo sfregio che aveva nel viso, i suoi abiti civili poveri, la sua determinazione nel mettere sul piatto la realta´ delle cose, siamo stati da lui poco, ma quel poco mi fece capire davvero dove eravamo finiti. Comunista quel prete? non credo, semplicemente cristiano, se poi certi valori sono comuni meglio cosi´ preferisco avere al fianco dei bravi cristiani anziche´persone con le mani puncicate da laiche rose strette nel pugno, non sanno fare altro che pensare ai propri diritti dimenticandosi di chi deve lottare per ottenere il piu´ elementare dei diritti, quello ad una vita che sia degna di essere definita tale

bel ricordo che hai mosso Sandro


Comments:
E' sempre un piacere leggerti.
Un Saluto
 
Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?


Heracleum blog & web tools
www.flickr.com
:-:claudiotesta:-:'s photos More of :-:claudiotesta:-:'s photos
www.flickr.com
:-:coloremaya:-:'s photos More of :-:coloremaya:-:'s photos