12 settembre 2006

la vita e' dura a Citta' del Guatemala

vivere senza acqua, o meglio con l'acqua razionata, vivere nel rumeore dei tanti bus vecchi escassati, che emettono tantio fumo da far annerire le narici, e si prova a soffiarti il naso qui a citta' del guatemala e vedrai il fazzoletto nero, la vita e' dura qui.

Anche se sei turista la vita e' dura, qui non trovi agenzie che ti portino a Tikal o a Copan, non hai un terminal de bus da cui prendere un pulman e partire da solo verso una qualsiasi localita' non hai indicazioni, la Lonely Planet poi ... sto cercando disperatamente un bus per Tikal, ma prima devo imparare a muovermi in questa citta' incrociare le avenida con la calle capire come si leggono quelle indicazioni 2^ avenida 14^calle e cercare di capire cosa c'e' scritto sui bus la direzione dove vanno e da dove provengono.
Girando per il Sud-America questa e' la prima volta che mi capita di non capire nulla di una citta' a Buenos Aires hai un grande Terminal de Bus a Retiro vai e trovi tutto , a Citta' del messico o Santiago del Cile ne hai diversi ma trovi sempre la strada giusta, qui ti devi affidare a qualcuno che sa perche' anche gli abitanti non sempre sanno darti indicazioni, la vita e' dura a Citta' del Guatemala.

La vita e' dura anche perche' il livello di criminalita' e' alto, ogni locale ha una guardia armata, anche i camion che trasportano bibite hanno la loro guardia armata con fucile a pompa calibro 12.
Ieri rifiutandomi di fare colazione in un locale sorvegliato sono entrato in una bettola, non ce'ra guardia, ho pensato meglio che mangiare sotto vigilanza, ma non mi ero messo nemmeno seduto che da una porta e' uscito un tizio alto si e no un metro e emzzo con un cinturone guarnito da una sfilza di pallottole e un fucile a pompa in mano, sono uscito.

Poco fa sono entrato in un'agenzia di viaggi per chiedere informazioni su eventuali escursioni a Tikal, un vigilante mi ha fermato e mi ha perquisito, nemmeno in banca vivo con la guardia armata, cambiamolo sto mondo cambiamoo perche' i bambi non possono crescere con la violenza sotot gli occhi, avevva ragione Angelo Frammartino cosa ci possiamo aspettare da geneerazioni cresciute con la violenza negli occhi?

Comments:
sii il più prudente possibile
 
Posta un commento

Links to this post:

Crea un link



<< Home

This page is powered by Blogger. Isn't yours?


Heracleum blog & web tools
www.flickr.com
:-:claudiotesta:-:'s photos More of :-:claudiotesta:-:'s photos
www.flickr.com
:-:coloremaya:-:'s photos More of :-:coloremaya:-:'s photos